Mommy

“Mommy”, diretto dal giovanissimo e talentuoso Xavier Dolan, è un capolavoro della cinematografia dei nostri tempi. Quante volte avrò cominciato a scrivere questa recensione, cancellando e cancellando ancora. Forse nessuna parola potrà mai essere all’altezza della bellezza autentica di questo film, che colpisce come un coltello lanciato da un maestro d’armi.

Xavier Dolan è stato un maestro d’armi e “Mommy” letteralmente ci  trancia la carne: ne restiamo sorpresi ma poi, inevitabilmente, ci arrendiamo.

Vincitore del premio giuria al festival di Cannes nel 2014, è la storia di Steve, un ragazzo incontrollato e incontrollabile, con esplosioni di rabbia violenta e inconsapevole violenza. Sua madre, Diane, una quarantenne dalla bellezza matura con l’anima sfiorita dal dolore, si veste ancora come una ragazza degli anni ’90-inizio 2000 ed è sua accusatrice e suo difensore cocciuto, invincibile. Una timida vicina di casa dalle difficoltà di linguaggio si trova in mezzo a questa strana, spezzata famiglia, e partecipa alle loro gioie e ai loro dolori, ai loro sogni e ai loro improrogabili problemi. Xavier Dolan usa per tutto il film un’inquadratura stretta che mi ha tanto ricordato una finestra: anch’io sono stata una vicina di casa che, curiosa, guardava fuori, per seguire con gli occhi Diane e suo figlio Steve. L’inquadratura si estende solo in poche, significative scene, accompagnate da alcune delle colonne sonore più evocative dei nostri tempi. Conosciamo la storia di un figlio e una madre che sogna un avvenire d’oro per lui, il suo unico uomo: nessun altro potrà mai essere all’altezza di un rapporto come il loro, di un amore come il loro.

E attori bravissimi contribuiscono ad una perfetta riuscita dell’artificio del cinema, che fa sembrare vere le cose che non lo sono e rende più vere le cose che lo sono già, si tratta di Anne Dorval, Antoine Olivier Pilon e Suzanne Clément.

Ecco, non molto altro posso dire per non rovinarvi il finale e la visione completa del film, di una spontaneità incredibile, una recitazione degna d’adorazione e uno strazio da coltello rigirato e rigirato nel cuore.

Vi lascio con questa splendida scena.

Arianna ❤

Annunci

2 pensieri su “Mommy

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...